Era il 2010 quando a Roberto Benigni fu rubata nella sua villa laziale una preziosa scultura romana del II secolo.

Per fortuna ci hanno pensato gli investigatori ad individuare la preziosa opera d’arte in Spagna.

A breve l’attore italiano potrà rientrare in possesso della scultura trafugata.

Nell’ambito della stessa indagine è stata ritrovata una seconda scultura, rubata sempre nella capitale laziale da Villa Borghese.

Come riportato dall’Ansa, nel corso di un’indagine parallela invece, i carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (Tpc) guidati dal generale Fabrizio Parrulli hanno recuperato inoltre un prezioso bassorilievo attribuito ai fratelli Della Robbia (fine 1400) che era stato rubato quasi 50 anni fa in Toscana da una chiesa di Scansano in provincia di Grosseto.

Tutte le opere saranno esposte domani, mercoledì 17 aprile, nella sede del Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale a Roma, in via Anicia 24, e illustrate al termine della conferenza stampa di presentazione del resoconto dell'attività operativa del 2018, che si terrà alla presenza del ministro della cultura Alberto Bonisoli e del generale di brigata Fabrizio Parrulli, comandante dei Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale.

LATEST NEWS